domenica 30 aprile 2017

Filtri e inquinamento Il Gip chiede il processo per tre dirigenti dei Trasporti e smaschera chi ha insabbiato lo scandalo Come le istituzioni hanno nascosto il Dieselgate italiano

Il giudice Di Nicola
Accuse ai ministeri
di Ambiente e Salute
e anche all’Istituto
Superiore della Sanità
20
Miliardi di euro
Il giro d’affari dei Fap
gestito da Iveco e Pirelli
LASCHEDA
La denuncia di Dukic
La ditta Dukic ha ideato una
tecnologia diversa dai Filtri
antiparticolato (Fap) e ha
ricevuto l’ok dei centro prova
autoveicolo, ma è sempre stata
fermata dai dirigenti del
ministero dei Trasporti che le
chiedevano la prova di durabilità
(che non c’entra niente con il
sistema della società veneta).
Tutto questo, secondo il Gip,
a vantaggio di Iveco e Pirelli
MARCO PALOMBI
E CARLO TECCE
Quando capita all’este -
ro, con una distanza
congrua dai conflitti
di interessi, in Italia si
riempiono pagine e si intavolano
seminari per stigmatizzare
le brutte, sporche e cattive
aziende che inquinano
con le zozzissime macchine
diesel. Quando capita in Italia
si fischietta. I cosiddetti Fap –
i filtri antiparticolato montati
sulle autovetture diesel –fan -
no male alla salute e all’a mbiente
e non sappiamo neanche
quanto, perché le polveri
sottili sminuzzate in “n ano-
parti celle ” peric olosi ssime
per la salute non sono rilevate.
Questa vicenda è emersa
grazie alle denunce
della ditta Dukic Day Dream –
che ha ideato un congegno alternativo
ai Fap e subìto le angherie
del ministero dei Trasporti
(Mit) – e non passa
all’oblio grazie a un Gip di Roma,
Paola Di Nicola.
LA GIUDICE è autrice di un dispositivo
che –oltre a ordinare
l’imputazione coatta per tre
alti dirigenti del Mit per il reato
di omissione e rifiuto in atti
di ufficio – smaschera una ad
una responsabilità e leggerezze

1 commento:

buffs74 ha detto...

Palombi e Tecce fanno da tempo disinformazione sull'argomento usando come fonte il marketing di una s.r.l. Per chi vuole info sui filtri:

http://www.mit.gov.it/documentazione/filtri-antiparticolato

sulla ditta tanto cara a P&T:

http://www.lastampa.it/2015/09/27/scienza/ambiente/il-caso/filtri-dukic-day-dream-un-misterioso-complotto-oppure-la-solita-bufala-2K0iGpICrNjDV8eczIVl4I/pagina.html