martedì 22 ottobre 2019

impianto per rifiuti richiesta di chiarimenti ulteriori dalla provincia di Latina Comune di Santi Cosma e Damiano (LT), località Via Provinciale Ausente 15-17. Riscontro ai chiarimenti prodotti dalla ditta – Proponente: RECYCLING PFU S.r


Procedimento di Valutazione Impatto di Ambientale, ai sensi dell’art. 27 bis, parte II del D.Lgs. 152/2006 e ss.mm.ii. e D.M. 52/2015 “Progetto di Impianto di recupero rifiuti non pericolosi ai sensi dell’art. 208 del D.Lgs. 152/2006” Comune di Santi Cosma e Damiano (LT), località Via Provinciale Ausente 15-17. Riscontro ai chiarimenti prodotti dalla ditta – Proponente: RECYCLING PFU S.r.l. VIA RicyclingPfu RifiutiSSCosma.pdf

provincia di Latina Aggiornamento procedura, disciplinare e modulistica per il rilascio di Concessioni, Autorizzazioni, Volture, Pareri ai soli fini idraulici

Aggiornamento procedura, disciplinare e modulistica per il rilascio di Concessioni, Autorizzazioni, Volture, Pareri ai soli fini idraulici di cui ai RR.DD. n. 368/1904 e n. 523/1904, ai sensi della L.R. 53/1998 e s.m.i.
 DD 995 22 10 2019.pdf
 DD 995 NUOVA ISTANZA AI FINI IDRAULICI.pdf
 DD 995 DOMANDA VOLTURA AI FINI IDRAULICI.pdf
 DD 995 DOMANDA UTILIZZO TEMPORANEO.pdf
 DD 995 DISCIPLINA RILASCIO CON. AUT. AI FINI IDRAULICI ISTRUZIONI.pdf
 DD 995 ALL. A ISTRUZIONI COMPOSIZIONE ELABORATI TECNICI.pdf
 DD 995 ALL. B DIAGRAMMI R R 10 2014.pdf
 DD 995 ALL. C e D RICHIESTA DEROGA ORDINE CRONOLOGICO E AUTOCERTIFICAZIONE ANTIMAFIA.pdf
 DD 995 ALL. E EL. 4 RELAZIONE STUDIO IDROLOGICO IDRAULICO.pdf
 DD 995 ALL. F DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA ATTO NOTORIETA.pdf

A volte ritornano, presentato nuovamente in Regione il progetto per la mega discarica a Velletri Di Linda Di Benedetto -

https://www.ilcorrieredellacitta.com/news-anzio/a-volte-ritornano-presentata-nuovamente-in-regione-il-progetto-per-la-mega-discarica-a-velletri.html

impianti per rifiuti e biometano il boom nella regione Lazio: "realizzazione di un impianto di biometano alimentato dalla frazione umida proveniente dalla raccolta differenziata", Comune di Capranica (VT), località Campo Rotondo. Proponente: Opportunità Solare s.r.l. procedimento di VIA

http://www.regione.lazio.it/rl_rifiuti/?vw=documentazioneDettaglio&id=50654

Determinazione - numero G14432 del 22/10/2019

Procedimento di Valutazione di Impatto Ambientale ai sensi dell'art.27-bis del D.lgs.152/2006 e s.m.i. e D.M.52/2015 relativo al progetto di "realizzazione di un impianto di biometano alimentato dalla frazione umida proveniente dalla raccolta differenziata", Comune di Capranica (VT), località Campo Rotondo. Proponente: Opportunità Solare s.r.l. - Registro elenco progetti n. 061/2019

Impianto per la produzione di conglomerato bituminoso con recupero del fresato", Comune di Monte Compatri (RM), località Laghetto Proponente: Società 2P ASFALTI srl

http://www.regione.lazio.it/rl_rifiuti/?vw=documentazioneDettaglio&id=50624

Determinazione - numero G14361 del 22/10/2019

Pronuncia di Verifica di assoggettabilità a Valutazione di Impatto Ambientale ai sensi dell'art. 19 del D.Lgs. 152/2006 e s.m.i. progetto "Impianto per la produzione di conglomerato bituminoso con recupero del fresato", Comune di Monte Compatri (RM), località Laghetto Proponente: Società 2P ASFALTI srl Registro elenco progetti n. 52/2019.
 

quando gli impianti per rifiuti non bastano nel Lazio: Pomezia Realizzazione di un impianto di recupero dei rifiuti non pericolosi (scarti metallici di alluminio)", località Contrada della Maggiona Proponente: Società AREAL srl Pronuncia di Verifica di assoggettabilità a VIA

http://www.regione.lazio.it/rl_rifiuti/?vw=documentazioneDettaglio&id=50623

Determinazione - numero G14360 del 22/10/2019

Pronuncia di Verifica di assoggettabilità a Valutazione di Impatto Ambientale ai sensi dell'art. 19 del D.Lgs. 152/2006 e s.m.i. progetto "Realizzazione di un impianto di recupero dei rifiuti non pericolosi (scarti metallici di alluminio)", Comune di Pomezia (RM), località Contrada della Maggiona Proponente: Società AREAL srl Registro elenco progetti n. 46/2019.
 

CS A Colleferro 2 grandi poli Rifiuti e Logistica

comunicato stampa inviato dal Comitato di Residenti di Colleferro
A COLLEFERRO DUE GRANDI POLI RIFIUTI E LOGISTICA

Colleferro nei giorni scorsi ha vissuto il “momento storico” dell’avvio degli interventi di messa in sicurezza permanente del sito di Arpa 2, contaminato da beta-esacloricloesano.

In attesa che parta la bonifica della valle del Sacco, dove la resilienza degli abitanti si scontra con una serie di patologie legate allo stato delle matrici ambientali, si continua con l’ulteriore insediamento e potenziamento dell’impiantistica dedicata ai rifiuti, nonostante le conseguenze dannose per la salute.

Colleferro ha davanti a sé la prospettiva di qualificarsi come ecodistretto dei rifiuti regionali, a livello pubblico e privato – compound industriale, Italcementi, discarica, consorzio Minerva - e come polo logistico dell’Italia centrale con una infrastruttura pesante ad alto impatto ambientale – cantiere Vailog - senza che questo abbia provocato un dibattito e un moto di ribellione apprezzabile.

Il ruolo di Colleferro città della cultura resta in secondo piano. Non convince il fatto che la città dello spazio non riesca a gestire gli odori nauseabondi della discarica. Colle Fagiolara chiuderà a gennaio, anziché a dicembre 2019, ma c’è sfiducia sulla scomparsa dei miasmi. 

 Il compound industriale è il progetto con il quale la Regione Lazio intende riconvertire gli inceneritori per trattare entro il 2022 almeno 500 mila tonnellate l’anno di rifiuti indifferenziati di Roma e provincia, nonché del livello regionale (DGR n. 614 del 26.10.2018).

L’obiettivo è il recupero di materia e di energia da rifiuti provenienti dai TMB (trattamento meccanico biologico), finalizzato alla produzione di biometano e CSS /MPS (combustile solido secondario e materie prime seconde).

Il miracoloso compound altro non è che un moderno TMB, con un digestore anaerobico e una discarica, un ciclo dei rifiuti superato. La Regione, finanziando il compound, sta disincentivando la raccolta differenziata, che i Comuni non avranno interesse a portare avanti!

Quanto alla sua collocazione, aspettiamo di saperlo dal Sindaco, verosimilmente nascerà in un’area a disposizione della società regionale Lazio Ambiente spa.

Il polo logistico Vailog cala sulla città della cultura, senza che dai Comuni di Colleferro e Paliano, con serena irresponsabilità, rispondano a una pur garbata domanda, perché? Del resto, per scelte altrettanto irresponsabili, hanno già perso una importante risorsa naturale, turistica ed economica, come il parco regionale La Selva, e messo a rischio la qualità della produzione del vino cesanese.

Nella precaria situazione sanitario-ambientale della valle del Sacco, ben nota ai nostri politici, inizia lo sbancamento di via Palianese. Colle Rampo sparisce per creare un’area di espansione edilizia, come non si era mai vista prima, per lasciare spazio a “capannoni, strade, piazzali, centinaia di mezzi circolanti al giorno, impermeabilizzazione del suolo, modificazione del regime idrico superficiale e profondo, alterazione del microclima, eliminazione della biodiversità e dello scambio depurante terra aria”.

La contropartita alla cementificazione è la deformazione/alterazione irreversibile dello stato dei luoghi. Con la prima ruspa in azione si comincia a intravedere la destrutturazione dell’area. Con i rumori incessanti degli escavatori si capisce che tutto è perso.

Molti credono che Amazon e Leroy Merlin, i primi collosi che entreranno con Vailog a Colleferro, siano una opportunità per le imprese e per l’occupazione; altri sono disposti a barattare la salute di tutti in cambio di un lavoro; altri ancora sono rimasti in silenzio piuttosto che contestare un progetto insostenibile per la valle del Sacco!

Il polo logistico si espande per circa 51 ettari con un parcheggio per 781 auto, 14 bus, 143 camion, con un’area per la sosta contemporanea di 26 TIR!

L’obiezione a questo tipo di progetto sta nella dimensione dell’intervento e nel processo di trasformazione e mercificazione del territorio. Davvero la contropartita sono i posti di lavoro? E tutte le attività commerciali della zona che fine faranno?

Sta nella possibilità che il polo logistico favorisse il recupero dell’edilizia esistente, un importante patrimonio dismesso dopo il processo di deindustrializzazione degli ultimi decenni, in un’ottica di riqualificazione, aprendo un percorso partecipativo con le comunità locali.

E così sembrava, visto che a marzo il Consiglio comunale ha votato una delibera sulla rigenerazione urbana, il cui principale obiettivo è la limitazione del consumo di suolo!

Sta nell’aver creduto che il patrimonio comune non si baratta e non si accetta il principio che è economicamente conveniente continuare a investire in aree inquinate e compromesse, tenendo a bada la reattività sociale.

Eppure tutto doveva cambiare rispetto al 2012, quando Colleferro era amministrata dalla Giunta Cacciotti e comitati e associazioni (alcuni loro componenti sono ora Amministratori) hanno contrastato il progetto “AutoReiseCenter” per la costruzione di edifici per servizi autostradali, commerciali e di ristorazione proprio in via Palianese: opere per oltre 2 milioni di € a favore del Comune e un parcheggio per 352 auto e 172 autocarri!

Ma il 9 maggio 2019, giorno di apertura del cantiere Vailog, non ci sono state voci critiche né prima né dopo l’inaugurazione e a protestare quella mattina c’era il Comitato residenti Colleferro.

E’ tuttora in corso lo sbancamento per le opere infrastrutturali e per il potenziamento di una nuova viabilità. Se un privato decide di investire a confine con una discarica che puzza è lecito domandarsi se gli viene dato supporto infrastrutturale, se gli sono stati concessi contributi pubblici o agevolazioni per i nuovi allacci alle reti idrica, energetica, fognaria, ecc.

In questi mesi i residenti hanno dovuto fare i conti con la polvere, il caldo e i rumori ininterrotti, che hanno reso loro la vita un vero inferno, anche per i mefitici miasmi della vicina discarica di colle Fagiolara.

Il Comitato ha segnalato per ragioni di sicurezza e di salute dei residenti e dei lavoratori al cantiere e ai Comuni di Colleferro e Paliano il disagio degli abitanti. Ha risposto solo la Regione, comunicandoci che spetta all’Amministrazione colleferrina tutelare il benessere dei suoi cittadini.

#Colleferrodicebasta!

 Ina Camilli

Rappresentante CRC, aderente al Coord. Interprov. Ambiente e Salute valle del Sacco e bassa valle del Liri

 Colleferro, 14.9.2019

 

 

Contrada Fontana degli Angeli

00034 Colleferro – Roma


Ama, 25/10 sciopero, non buttate rifiuti Appello dell'azienda, riprendete il conferimento da giorno dopo

http://www.ansa.it/lazio/notizie/2019/10/21/ama-2510-sciopero-non-buttate-rifiuti_239607b8-fcf3-4cd5-88b6-68b09868499e.html
(ANSA) - ROMA, 21 OTT - Ama, la municipalizzata dei rifiuti di Roma "fa appello al senso civico e alla collaborazione di tutti i romani affinché nella giornata di venerdì 25 ottobre, data in cui è stato indetto uno sciopero si eviti il conferimento delle varie frazioni di rifiuto per non sovraccaricare le postazioni di cassonetti stradali". A divulgare l'appello è la stessa azienda in una nota. "La municipalizzata invita i cittadini a riprendere il conferimento dei rifiuti da...
Altro...
Informazioni su questo sito web
ANSA.IT
Ama, la municipalizzata dei rifiuti di Roma "fa appello al senso civico e alla collaborazione di tutti i romani affinché nella giornata di venerdì 25 ottobre, data in cui è stato indetto uno sciopero si eviti il conferimento delle varie frazioni di rifiuto... (ANSA)

Scoperto traffico rifiuti pericolosi Denunce per deposito di prodotti tossico-cancerogeni

http://www.ansa.it/campania/notizie/2019/10/22/scoperto-traffico-rifiuti-pericolosi_9260a0ab-d21f-429a-97be-30644f718aab.html
ANSA) - POLLA (SALERNO), 22 OTT - Scoperto un vasto traffico di rifiuti speciali, con potenzialità radioattive, con smaltimento nel Vallo di Diano (Salerno) ma proveniente da tutta Italia. I carabinieri della compagnia di Sala Consilina (Salerno) hanno posto sotto sequestro 16.000 litri di idrossido di potassio, sostanza altamente tossica e cancerogena, e un'area di circa 2000 metri quadri adibita a deposito e stoccaggio illecito di rifiuti speciali pericolosi. I militari de...
Altro...
Informazioni su questo sito web
ANSA.IT
Scoperto un vasto traffico di rifiuti speciali, con potenzialità radioattive, con smaltimento nel Vallo di Diano (Salerno) ma proveniente da tutta Italia. I carabinieri della compagnia di Sala Consilina (Salerno) hanno posto sotto sequestro 16. (ANSA)

Buco dell'ozono ai minimi storici dal 1982 sull'Antartide Da 16 a 10mln di km quadrati, segno del riscaldamento climatico

http://www.ansa.it/canale_scienza_tecnica/notizie/terra_poli/2019/10/22/buco-dellozono-ai-minimi-storici-dal-1982-sullantartide_12fb2954-40ad-4018-82e4-e8a7d38bf84e.html
ANSA) Il buco dell'ozono sull'Antartide ha raggiunto l'estensione minima dall'epoca della sua scoperta, avvenuta nel 1982: ora si estende per 10 milioni di chilometri quadrati, rispetto ai 16 milioni di chilometri quadrati misurati l'8 settembre. A indicare il record sono i dati della Nasa e dell'ente americano per le ricerche sull'atmosfera e gli oceani (Noaa). Per gli esperti è una buona notizia solo a metà, perché è un segno del riscaldamento climatico: le temperature pi...
Altro...
Informazioni su questo sito web
ANSA.IT
Sull'Antartide il buco dell'ozono ha raggiunto l'estensione minima dall'epoca della sua scoperta, nel 1982: ora è 10 milioni di chilometri quadrati, rispetto ai 16 milioni di chilometri quadrati misurati l'8 settembre (ANSA)

Inquinamento: Carabinieri del Noe proseguono i controlli tra Napoli e Salerno. 2 denunciati a Scafati per sversamenti illeciti nel fiume Sarno

https://www.minambiente.it/notizie/inquinamento-carabinieri-del-noe-proseguono-i-controlli-tra-napoli-e-salerno-2-denunciati
(Minambiente Ministero dell'ambiente) Roma, 22 ottobre 2019 - I carabinieri del Noe di Napoli e Salerno continuano la loro intensa attività di controlli in contrasto alle violazioni ambientali in Campania: nel dettaglio, a Scafati, nel corso dei servizi finalizzati al contrasto degli sversamenti illeciti effettuati da imprese operanti a ridosso delle aree attraversate dal fiume Sarno ed i suoi affluenti, i Carabinieri del NOE di Salerno hanno denunciato a piede libero il lega...
Altro...
Informazioni su questo sito web
MINAMBIENTE.IT
Roma, 22 ottobre 2019 - I carabinieri del Noe di Napoli e Salerno continuano la loro intensa attività di controlli in contrasto alle violazioni ambientali in Campania: nel dettaglio, a Scafati, nel corso dei servizi finalizzati al contrasto degli sversamenti illeciti effettuati da imprese operanti ...

Brasile, la chiazza di petrolio non si ferma: strage di animali.

https://tg24.sky.it/mondo/2019/10/21/petrolio-spiagge-brasile.html#51af7ae7f14c34be04080b78d9b17b1f
Greenpeace Italia Emergenza #petrolio in Brasile: la marea nera, di cui resta ignota la provenienza, ha già raggiunto 132 spiagge, molti gli animali morti. I volontari al lavoro per pulire le spiagge. Urge cambiare rotta e iniziare ORA la strada per abbandonare le fossili!

WWF: L'ENEA lancia un campanello d'allarme sul sistema energetico

https://www.wwf.it/news/notizie/?50200/I-dati-dellENEA-sullandamento-del-sistema-energetico-sono-un-campanello-dallarme
WWF : L’Analisi del sistema energetico italiano per i primi sei mesi dell’anno, diffusa oggi dall’ENEA, è un campanello d’allarme per il Paese perché, a fronte degli enunciati, si procede in direzione opposta a quella auspicabile sia per far fronte alla crisi climatica, sia per essere al passo con la transizione energetica in atto. A due anni dalla SEN ed a un anno dal PNIEC, manca ancora una strategia di implementazione per lo sviluppo delle rinnovabili, l’unico vero attore ...
Continua a leggere
WWF.IT
In Italia manca ancora una strategia di implementazione per lo sviluppo delle rinnovabili

Cronaca Studio del clima sui monti Lepini: strumentazione rubata e danneggiata Nazionale - Triste episodio nella piana di Segni: le infrastrutture ecosostenibili di «Meteo Cloud» abbattute da ignoti. Gli studi continueranno in altro m

di Francesco Marzoli https://www.latinaoggi.eu/news/cronaca/78049/studio-del-clima-sui-monti-lepini-strumentazione-rubata-e-danneggiata

Cronaca

Studio del clima sui monti Lepini: strumentazione rubata e danneggiata

Nazionale - Triste episodio nella piana di Segni: le infrastrutture ecosostenibili di «Meteo Cloud» abbattute da ignoti. Gli studi continueranno in altro m

Smaltimento illecito di rifiuti, sequestrati beni a Piattella Aprilia - Maxi sequestro da 1,5 milioni di euro all'imprenditore di Aprilia

https://www.latinaoggi.eu/news/cronaca/78094/smaltimento-illecito-di-rifiuti-sequestrati-beni-a-piattella

Il fatto Roma-Latina, Moscardelli al Mit: "Riprendere la gara d'appalto" Latina - Il segretario del Pd ha incontrato il sottosegretario Margiotta. "Con la Lega al Governo si voleva modificare il progetto, il che avrebbe fatto perdere 500 milioni"

https://www.latinaoggi.eu/news/attualita/78105/roma-latina-moscardelli-al-mit-riprendere-la-gara-dappalto- di Tonj Ortoleva

non disponibili (alle ore 17 del 22 ottobre) i dati della qualità dell'aria delle centraline dell'Arpa Lazio in provincia di Latina del 21 ottobre che avrebbero dovuto verificare la qualità dell'aria

dati ricavati da http://www.arpalazio.net/main/aria/sci/
Ultimi Report Giornalieri
Frosinone: 21-10-2019
Latina: 20-10-2019
Rieti: 21-10-2019
Roma: 21-10-2019
Comune di Roma: 21-10-2019
Viterbo: 19-10-2019

PM 10 ancora record per Latina tra le province del Lazio (Roma esclusa): 24 a Gaeta porto, 23 Latina viale de Chirico, 20 a Latina via Tasso (tutte al di sopra della media consigliata da OMS), di poco al di sotto Aprilia e Latina Scalo a 19 nella settimana dal 14 al 20 ottobre

dati tratti da

http://www.arpalazio.net/main/aria/sci/basedati/bollettini/2019/BA412019.pdf

giovedi 24 ottobre manca l'acqua Interruzione idrica nei Comuni di Latina, Pontinia, Sabaudia, San Felice Circeo, Sezze e Terracina dalle 12.00 alle 22.00.

http://www.acqualatina.it/risanamento-delle-reti-programmati-importanti-lavori-per-giovedi-24-ottobre-su-20km-della-condotta-proveniente-da-sardellane-a-servizio-di-oltre-120-000-cittadini-interruzione-idrica-nei-comuni-di/
Prot. num. 4742
Latina, martedì 22 ottobre 2019
Oggetto: Risanamento delle reti: programmati importanti lavori per giovedì 24 ottobre su 20km della condotta proveniente da Sardellane a servizio di oltre 120.000 cittadini.
Interruzione idrica nei Comuni di Latina, Pontinia, Sabaudia, San Felice Circeo, Sezze e Terracina dalle 12.00 alle 22.00.
Proseguono le opere di ammodernamento delle reti di Acqualatina, su tutto il territorio.
In tale ambito, giovedì 24 ottobre sono stati programmati importanti lavori di risanamento della condotta adduttrice proveniente dalla Centrale Sardellane e a servizio di tutta la pianura pontina.
I tecnici interverranno su 20km di condotta per eliminare oltre 20 perdite e garantire un più efficiente servizio a tutte le utenze servite. Un intervento particolarmente delicato su una delle condotte principali del territorio che serve oltre 120.000 cittadini.
Contestualmente, una squadra di elettricisti eseguirà opere di ammodernamento degli impianti elettrici della centrale Sardellane, così da ridurre l’impatto dei lavori sulla collettività ed evitare di effettuare nuove interruzioni del flusso nei prossimi giorni.
Per eseguire i lavori sarà necessario sospendere il flusso idrico nei Comuni di Latina, Pontinia, Sabaudia, San Felice Circeo, Sezze e Terracina a partire dalle ore 12.00 sino alle ore 22.00 di giovedì 24 ottobre. Le zone interessate saranno:
  • Latina – intero Comune ad esclusione di Borgo Sabotino, Latina Scalo, Borgo Montello, Borgo Bainsizza, Borgo Podgora e Borgo Le Ferriere
  • Pontinia e Sabaudia – interi comuni
  • San Felice Circeo – Zona bassa e Borgo Montenero
  • Terracina – Colle La Guardia 1 e 2
  • Sezze – Via Migliara 46 e Sezze Scalo
Per supportare le esigenze dei cittadini coinvolti, verranno messe a disposizione delle autobotti nelle seguenti zone:
  • San Felice Circeo – in Via Sabaudia, presso il piazzale commerciale, e in Piazza Quattro Ottobre a Borgo Montenero.
  • Latina – in Piazza A. Celli (nei pressi del parcheggio dell’Asl) e in Largo Cavalli (zona Q5)
  • Pontinia: Piazza Kennedy
Saranno disponibili, inoltre, un’autobotte itinerante, per garantire il servizio alle utenze sensibili, e un’autobotte a disposizione esclusiva dell’Ospedale Santa Maria Goretti.
Sarà cura di Acqualatina fornire tempestive informazioni in caso di imprevisti.
Unità Pronto Intervento Acqualatina S.p.A.