lunedì 20 maggio 2019

Nessuna 'sfortuna', a causare i tumori sono fattori esterni Studio italiano mette al centro prevenzione

http://www.ansa.it/canale_scienza_tecnica/notizie/biotech/2019/05/20/nessuna-sfortuna-a-causare-i-tumori-sono-fattori-esterni-_fd3b2cbf-da98-44c3-aa6e-c2fcb0aae2cf.html
corpo sano in ambiente sano... Nessuna casualità o predestinazione: ammalarsi di tumore non è una questione di sfortuna. I ricercatori dell'Istituto Europeo di Oncologia (Ieo) hanno infatti scoperto che alcune delle alterazioni del Dna più frequenti e importanti per lo sviluppo del cancro, chiamate 'traslocazioni cromosomiche', non avvengono per caso come ipotizzato finora, ma sono prevedibili e provocate da segnali che giungono alla cellula dall'ambiente esterno, condizionat...
Altro...
Informazioni su questo sito web
ANSA.IT
Studio italiano mette al centro prevenzione (ANSA)

Tumori, la possibilità di ammalarsi è scritta nell’ambiente Lo afferma uno studio italiano appena pubblicato su Nature Genetics, che riaccende il dibattito sulle cause del cancro, mettendo in discussione la "teoria del caso" di SARA PERO

https://www.repubblica.it/oncologia/news/2019/05/20/news/tumori_la_possibilita_di_ammalarsi_e_scritta_nell_ambiente-226749577/?rss&ref=twhs
NO, il cancro non sarebbe questione di caso e, tanto meno, di "sfortuna". La maggior parte delle alterazioni nei geni che porta allo sviluppo delle malattie oncologiche avviene per colpa dell’ambiente che ci circonda, e si potrebbe in larga parte prevedere. È quanto emerge da uno studio italiano condotto dall’Istituto Europeo di Oncologia (Ieo) e dall’Università di Milano, e pubblicato su Nature Genetics.
Perché le cellule 'impazziscono'
“Nel corso della vita, un uomo su due ...
Continua a leggere
Informazioni su questo sito web
REPUBBLICA.IT
Lo afferma uno studio italiano appena pubblicato su Nature Genetics , che riaccende il dibattito sulle cause del cancro, mettendo in discussione la

questa sera Report Rai 3 inchiesta sui prosciutti e sugli allevamenti

https://www.raiplay.it/video/2018/05/Promo-Report-lunedi-21-maggio-2115-Rai3-df8ea41b-8fa4-49e6-8b5a-ed8d014b5474.html
inchiesta sui prosciutti e sugli allevamenti
Informazioni su questo sito web
RAIPLAY.IT
In questa puntata la proposta di #Report: formazione 4.0 per valorizzare il capitale umano. A seguire: come sono allevati i maiali per i prosciutti di eccellenza?


Informazioni su questo sito web
RAIPLAY.IT
In questa puntata la proposta di #Report: formazione 4.0 per valorizzare il capitale umano. A seguire: come sono allevati i maiali per i prosciutti di eccellenza?

Mafia Capitale. Venafro, ex capo di gabinetto di Zingaretti, condannato a un anno in appello: “Turbativa d’asta”

https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/05/20/mafia-capitale-venafro-ex-capo-di-gabinetto-di-zingaretti-condannato-a-un-anno-in-appello-turbativa-dasta/5193577/
Nel processo di primo grado l'ex braccio destro del governatore era stato assolto con formula piena "per non avere commesso il fatto". La III Corte d’Appello ha inoltre confermato la condanna con la stessa accusa ad 1 anno e 4 mesi nei confronti di Mario Monge, ex dirigente della cooperativa Sol.Co.
Maurizio Venafro, ex capo di gabinetto di Nicola Zingaretti alla Regione Lazio, è stato condannato in appello a un anno di reclusione per turbativa d’asta in un filone dell’inchiesta “Mondo di mezzo”. Disposto per Venafro anche il divieto di contrattare con la pubblica amministrazione per 1 anno. Nel processo di primo grado l’ex braccio destro del governatore era stato assolto con formula piena “per non avere commesso il fatto“, ma il 12 aprile il sostituto procuratore genera...
Altro...
Informazioni su questo sito web
ILFATTOQUOTIDIANO.IT
Maurizio Venafro, ex capo di gabinetto di Nicola Zingaretti alla Regione Lazio, è stato condannato in appello a un anno di reclusione per turbativa d’asta in un filone dell’inchiesta “Mondo di mezzo”. Disposto per Venafro anche il divieto di contrattare con la pubblica amministrazione per 1...

Clan Di Silvio, la "guerra criminale" del 2010 entra nel processo Alba Pontina

https://www.ilmessaggero.it/latina/clan_disilvio_processo_albapontina_caronte-4503337.html
La guerra criminale del 2010, quando si verificarono due omicidi e un tentato omicidio nel giro di 48 ore, potrebbe avere una nuova lettura all'interno del processo Alba Pontina.
I pm Luigia Spinelli e Claudio De Lazzaro hanno chiesto l'acquisizione della sentenza Caronte agli atti del nuovo processo al clan Di Silvio che vede alcuni imputati accusati di associazione per delinquere aggravata dal metodo mafioso. La sentenza Caronte, che riguarda anche persone non coinvolte in ...
Altro...
Informazioni su questo sito web
ILMESSAGGERO.IT
La guerra criminale del 2010, quando si verificarono due omicidi e un tentato omicidio nel giro di 48 ore, potrebbe avere una nuova lettura all'interno del processo Alba Pontina. I pm Luigia...

Ara l'orto e trova un ordigno bellico: allarmante scoperta in zona Ponte Tavolato a Fondi

https://www.ilmessaggero.it/latina/ara_orto_trova_un_ordigno_bellico_allarmante_scoperta_zona_ponte_tavolato_fondi-4503403.html
Dopo la bomba d’aereo rinvenuta a Formia e fatta brillare a Priverno, la cui rimozione ha mobilizzato mezza provincia, un nuovo ordigno bellico è stato trovato lo scorso weekend a Fondi.
Si tratta questa volta di un colpo di mortaio, risalente alla secondo conflitto mondiale.
A fare l’allarmante scoperta un privato mentre arava il suo orto, nella zona di Ponte Tavolato.
Tempestivo l’intervento degli agenti della Municipale di Fondi che hanno transennato l’area allertando la p...
Altro...
Informazioni su questo sito web
ILMESSAGGERO.IT
Dopo la bomba d’aereo rinvenuta a Formia e fatta brillare a Priverno, la cui rimozione ha mobilizzato mezza provincia, un nuovo ordigno bellico è stato trovato lo...

Strade dissestate, pugno duro del sindaco di Formia con Acqualatina

https://www.ilmessaggero.it/latina/strade_dissestate_pugno_duro_del_sindaco_con_acqualatina-4500508.html
Pugno duro da parte dell'amministrazione comunale di Formia contro Acqualatina in merito ai lavori effettuati sul territorio, che hanno lasciato strade dissestate e disagi per la viabilità. Il sindaco Paola Villa e la giunta hanno deciso di ricorrere al Tribunale di Cassino per l'espletamento di una consulenza tecnica preventiva volta «ad accertare lo stato dei luoghi, la correttezza dei ripristini eseguiti da Acqualatina Spa, la pericolosità dei siti, nonché il computo metri...
Altro...
Informazioni su questo sito web
ILMESSAGGERO.IT
Pugno duro da parte dell'amministrazione comunale di Formia contro Acqualatina in merito ai lavori effettuati sul territorio, che hanno lasciato strade dissestate e disagi per la...

Giornata mondiale delle api, in Italia azzerata la produzione di miele a causa dell’instabilità climatica: vola l’import

https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/05/20/giornata-mondiale-delle-api-in-italia-azzerata-la-produzione-di-miele-a-causa-dellinstabilita-climatica-volano-le-importazioni/5193856/
La Giornata mondiale delle api con la produzione di miele praticamente azzerata. Una beffa per l’Italia, da Nord a Sud, dovuta alla siccità del mese di marzo 2019 e al clima instabile di aprile e maggio, con vento, pioggia e sbalzi termici, che non ha consentito alle api neanche di trovare nettare sufficiente da portare nell’alveare. Nel frattempo, aumentano le importazioni di miele dall’estero. Così, il 20 maggio, gli insetti impollinatori hanno ben poco da festeggiare. A la...
Continua a leggere
Informazioni su questo sito web
ILFATTOQUOTIDIANO.IT
La Giornata mondiale delle api con la produzione di miele praticamente azzerata. Una beffa per l’Italia, da Nord a Sud, dovuta alla siccità del mese di marzo 2019 e al clima instabile di aprile e maggio, con vento, pioggia e sbalzi termici, che non ha consentito alle api neanche di trovare nettar...

Secondo la denuncia di Coldiretti, vento, pioggia e sbalzi termici degli ultimi mesi non hanno consentito agli insetti di trovare nettare sufficiente da portare nell’alveare. E nel 2018, il prodotto fatto arrivare dall'estero è aumentato del 18 per cento

Rifiuti, ogni passo sulle nostre spiagge ne incontriamo più di cinque: l’81% è di plastica, tra bottiglie, bicchieri e cotton fioc

https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/05/20/rifiuti-ogni-passo-sulle-spiagge-italiane-ne-incontriamo-piu-di-cinque-l81-e-di-plastica-tra-bottiglie-bicchieri-e-cotton-fioc/5192839/
A ogni passo che facciamo sulle nostre spiagge incrociamo più di cinque rifiuti, dieci ogni metro. Si tratta soprattutto di plastica, anche se i nostri litorali sono invasi da oggetti fatti con i materiali più svariati. E pensare che ciò possiamo vedere in spiaggia con i nostri occhi è solo il 15% di quello che entra nell’ecosistema marino, mentre il resto galleggia o affonda. Una situazione fotografata nel dossier Beach Litter 2019 di Legambiente, l’indagine più estesa di ci...
Continua a leggere
Informazioni su questo sito web
ILFATTOQUOTIDIANO.IT
A ogni passo che facciamo sulle nostre spiagge incrociamo più di cinque rifiuti, dieci ogni metro. Si tratta soprattutto di plastica, anche se i nostri litorali sono invasi da oggetti fatti con i materiali più svariati. E pensare che ciò possiamo vedere in spiaggia con i nostri occhi è solo il 1...

Il dossier Beach Litter 2019 di Legambiente, l’indagine più estesa di citizen science sui rifiuti spiaggiati mai realizzata in Italia e nel mondo, ne ha trovati una media di 968 ogni 100 metri lineari di litorale. Oltre a pezzi di plastica e polistirolo, anche tappi e coperchi di bevande, mozziconi di sigarette, cotton fioc e materiale da costruzione

Le spiagge che hanno ispirato Darwin invase da 414 milioni di pezzi di plastica: le immagini dalle Isole Cocos

https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/05/19/le-spiagge-che-hanno-ispirato-darwin-invase-da-414-milioni-di-pezzi-di-plastica-le-immagini-dalle-isole-cocos/5189315/
Le Isole Cocos, o Keeling Islands, considerate una volta tra le più incontaminate dell’Australia, sono state invase da ben 414 milioni di pezzi di plastica. Il video dalle spiagge meta di Charles Darwin è stato diffuso dall’Università della Tasmania, che si è occupata dello studio. Sui due atolli e sulle 27 isole coralline sono stati rinvenuti 373mila spazzolini da denti e più di un milione di scarpe.
Informazioni su questo sito web
ILFATTOQUOTIDIANO.IT
Le Isole Cocos, o Keeling Islands, considerate una volta tra le più incontaminate dell’Australia, sono state invase da ben 414 milioni di pezzi di plastica. Il video dalle spiagge meta di Charles Darwin è stato diffuso dall’Università della Tasmania, che si è occupata dello studio. Sui due a...