domenica 17 giugno 2018

Lido di Latina altri chioschi pronti a riaprire


i sindaci di Priverno (Anna Maria Bilancia) e Maenza (Claudio Sperduti) rispondono alle critiche del leghista, facendo chiarezza sull'episodio: siamo vicini ai cittadini. Priverno area archeologica in arrivo il bando per la gestione


mancata manutenzione e prevenzione, disastro strade provinciali imperccorribili, nuovo limite di 30 km/h a San Felice Circeo


provincia di latina sicurezza, bonifica e prevenzione inquinamento, siti industriali dismessi e abbandonati dal degrado al rilancio? sarà possibile?


Aprilia disastro rete acqualatina, falle e danni città di nuovo a secco


Sermoneta contro l'impianto a biometano di Latina Scalo il gruppo misto si muove


Priverno aree verdi da adottare ecco il bando del comune


Terracina San Felice Circeo ponte sul Sisto arriva l'approvazione al progetto dal consiglio provinciale


Minturno rifiuti abbandonati partoni i controlli


Pontinia, sconti alla farmacia comunale per chi ricicla la plastica. Battisti annuncia maggiori controlli e il porta a porta esteso in campagna. Sabaudia illuminazione e semafori al via i lavori di ripristino. San Felice Circeo nuove regole per il suolo pubblico


Diesel, taglio agli incentivi? Il ministero dell’Ambiente: “Noi al lavoro su trasporto pubblico locale elettrico e ibrido”

https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/06/17/bonus-diesel-taglio-agli-incentivi-il-ministero-dellambiente-no-lavoriamo-sul-trasporto-pubblico-locale-elettrico-e-ibrido/4432404/
Il pilastro sarà “lo sviluppo del trasporto pubblico locale elettrico e ibrido“. Così il ministero dell’Ambiente ha intenzione di combattere la guerra allo smog cara al M5s ed evitare che da Bruxelles, dopo il deferimento alla Corte di Giustizia europea per aver violato le leggi anti inquinamento, possano arrivare ulteriori ammonimenti, o peggio una multa. Nulla a che vedere con il taglio del bonus diesel che secondo il Corriere della Sera era invece allo studio per portare i...
Continua a leggere
ILFATTOQUOTIDIANO.IT
Il pilastro sarà “lo sviluppo del trasporto pubblico locale elettrico e ibrido“. Così il ministero dell’Ambiente ha intenzione di combattere la guerra allo smog cara al M5s ed evitare che da Bruxelles, dopo il deferimento alla Corte di Giustizia europea per aver violato le leggi anti inquina...

Dopo il deferimento dell'Italia alla Corte di Giustizia europea per aver violato le leggi anti inquinamento, il piano sul tavolo del generale Costa prevede fondi da destinare alle Regioni per l'acquisto di nuovi mezzi. Non è allo studio invece un innalzamento delle accise sul gasolio, come aveva scritto il Corriere della Sera
Il pilastro sarà “lo sviluppo del trasporto pubblico locale elettrico e ibrido“. Così il ministero dell’Ambiente ha intenzione di combattere la guerra allo smog cara al M5s ed evitare che da Bruxelles, dopo il deferimento alla Corte di Giustizia europea per aver violato le leggi anti inquinamento, possano arrivare ulteriori ammonimenti, o peggio una multa. Nulla a che vedere con il taglio del bonus diesel che secondo il Corriere della Sera era invece allo studio per portare in cassa 5 miliardi di euro l’anno e ridurre le emissioni nocive. Il ministero infatti smentisce, spiegando al Fattoquotidiano.it che l’idea di riallineare le accise del gasolio e quelle della benzina faceva probabilmente parte di un vecchio dossier. Non è escluso che questa ipotesi sia al vaglio di qualche altro ufficio del governo, per esempio il ministero dei Trasporti che è competente in materia.
Sicuramente non fa parte delle prospettive di azione del dicastero dell’Ambiente, che si attiene quindi all’obiettivo della “progressiva riduzione dell’utilizzo di autoveicoli con motori alimentati a diesel e benzina”, inserita nel contratto tra Cinquestelle e Lega, in cui si parla esplicitamente di “strumenti finanziari per favorire l’acquisto di un nuovo veicolo ibrido ed elettrico“, ma anche dell’eliminazione delle accise che invece renderebbe i carburanti più convenienti. Quindi il contrario di quello che prospettava un eventuale taglio degli incentivi al diesel.
Resta il fatto che la necessità di ridurre la circolazione di auto a gasolio è un obiettivo anche di questo governo e del ministero dell’Ambiente. I danni prodotti dai diesel e dalla loro emissioni di particolato sono ormai noti e tutte le grandi città, a partire da Milano e Roma, stanno vietando le loro strade alle auto a gasolio. Beppe Sala ha varato lo stop in città da gennaio 2019: banditi tutti i veicoli fino a Euro 3, poi da ottobre anche Euro 4. La sua collega Virginia Raggi ha annunciato una Capitale completamente free-diesel nel 2024.
L’Italia, da questo punto di vista, è tra l’altro molto indietro. Il 17 maggio scorso è stata deferita alla Corte di Giustizia europeaper aver violato le leggi europee anti smog. E’ stato bocciato il piano presentato dall’ex ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, che aveva dovuto presentare al Commissario Ue per l’ambiente, Karmenu Vella, le misure per ridurre i livelli di emissioni inquinanti. Misure presentate ma che sono state giudicate insufficienti. L’Italia è stata deferita per il superamento delle soglie di Pm10, insieme a Ungheria e Romania mentre per Danimarca, Gran Bretagna e Francia il deferimento riguarderà le emissioni di NO2. E’ il primo passo verso una multa che potrebbe arrivare anche a un miliardo di euro e che scatterebbe se il deferimento dovesse ripetersi e l’Italia dovesse continuare a non risolvere la situazione.
Per questo sul tavolo del ministro Sergio Costa c’è appunto un piano smog da dover presentare all’Europa. Al centro però non c’è il taglio del bonus diesel, bensì lo sviluppo della mobilità sostenibile: “Bisogna favorire il ricorso ai mezzi ibridi, o totalmente elettrici, cominciando dal trasporto pubblico”, ha detto lo stesso Costa in una recente intervista a La Stampa. Rispetto al piano originario, sono pronti nuovi fondi da destinare alle Regioni proprio per favorire l’acquisto di mezzi elettrici e ibridi.
Questa è la soluzione principale messa in atto dal nuovo esecutivo, intenzionato a fornire in tal senso un supporto sia economico che logistico. Le misure inserite nell’accordo di governo prevedono inoltre “meccanismi premiali per l’incentivazione dei mezzi a bassissime emissioni”, oltre alla realizzazione di nuove colonnine per la ricariche delle auto elettriche e alla concessione di spazi pubblici a servizi di car sharing, insieme alla promozione di reti ciclabili e bike sharing.

Pontinia scuola materna della Migliara 48, dalla regione Lazio alla fine arriveranno soltanto 200 mila euro dopo le promesse elettorali. Sabaudia imprese nell'era del 4.0 così riparte l'economia? San Felice Circeo spese dimenticate, ci pensa il commissario. Sblocco per il cannone restaurato a San Felice Circeo


Pontinia trasporto e mensa scolastica ecco le regole. Sabaudia per il turismo si punta sul grande schermo. Sabaudia le regole per l'abbattimento delle barriere architettoniche sulla spiaggia. San Felice Circeo parchi e aree archeologiche la pulizia del comune


EX DIRETTORE CNR “Macché Xylella, è l’i n qu i n a m e n to a uccidere gli ulivi” - FRIULI Azienda trasferita, tipografo si suicida: giornali in sciopero



LIVORNO Il sindaco che reclutò “Mr. Wolf” Nogarin: “L’ho scelto io Era il più bravo. Grillo e Casaleggio estranei
LA LEGA ORDINA E I 5 STELLE FANNO SILENZIO
ACCORDI Inviato a sondare la minoranza, finì da Lotti Lanzalone trattò per il patto M5S-Pd con Guerini e altri Il suo mandato era quello di capire come chiudere con Martina & C., ma non si accontentò del ruolo
 CASSINTEGRATI DEM “Al Pd i soldi, noi a casa”
IN COPIA CON GLI ASSESSORI Le email del consulente
LA BARZELLETTA DI MATTEO 2 FA RIDERE SOLO LUI
NUOVE AQUARIUS Il ministro dell’Interno avverte le imbarcazioni di Ong tedesche Altre 2 navi con 118 immigrati in arrivo. Salvini: “Non da noi” Le organizzazioni umanitarie che hanno salvato i profughi davanti alla Libia chiedono all’Italia di poterle sbarcare. Oggi a Valencia la nave con 600 migranti
LA LINEA La casa editrice Penguin e le decisioni “politically correct” È una boiata, però esalta la “d i ve r s i t à ” » DANIELA RANIERI S periamo che l’ironia abbia ragione dell’ul tima infuocata “polemica culturale” che scuote il mondo occidentale delle Lettere, che quando c’è odore di impegno morale, al contrario di quanto suggeriva J. Rodolfo Wilcock (“mettersi a le tto ”), è sempre pronta a indossare l’elmetto. La gloriosa casa editrice b r i t a n n i c o - a m e r icana Penguin Random House ha annunciato di voler pubblicare d’ora in poi soprattutto opere di autori i quali riflettano “la società britannica, tenendo conto di etnia, genere, sessualità, mobilità sociale e disabilit à”. Qualunque cosa voglia dire “m ob il it à sociale”, si suppone che ciò comporti che, nella scelta di ciò che deve finire nel catalogo, Penguin favorirà il cosiddetto “rispetto delle mi nora nze ” piu ttos to che il valore delle opere letterarie.
tratto da www.ilfattoquotidiano.it

Latina la raccolta differenziata del gambero dei rifiuti: nel 2014 (giunta Di Giorgi assessore Cirilli) era del 33,83%, nel 2015 era del 30,32%, nel 2016 30,55%, nel 2017 è del 23,72%

http://www.osservatoriorifiutiprovincialatina.it/index.php?comune=10&pag=totale&anno=2014