domenica 26 maggio 2019

Mafia, Nino Di Matteo estromesso da pool su “entità esterne”. Punito per un’intervista, ma diceva cose già note. Il pm del processo sulla Trattativa Stato-mafia rimosso dal gruppo dal capo dell'Antimafia Cafiero De Raho. Il magistrato, invitato a rispondere alle domande di Andrea Purgatori nella puntata del 20 maggio di Atlantide su La7, ha parlato della strage di Capaci

https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/05/26/mafia-nino-di-matteo-estromesso-da-pool-su-entita-esterne-punito-per-unintervista-ma-diceva-cose-gia-note/5208235/
Quarantadue minuti di intervista televisiva – con elementi noti sulla strage di Capaci – sono costate a Nino Di Matteo, il pm che ha istruito il processo sulla Trattativa Stato-mafia e che vive sotto scorta da anni perché minacciato dalla mafia, l’allontanamento dal nuovo pool sulle stragi che è stato costituito, dal procuratore nazionale antimafia e antiterrorismo Federico Cafiero de Raho, per far luce “sulla presenza di “entità esterne nei delitti eccellenti di mafia”. Il m...
Altro...
Informazioni su questo sito web
ILFATTOQUOTIDIANO.IT
Quarantadue minuti di intervista televisiva – con elementi noti sulla strage di Capaci – sono costate a Nino Di Matteo, il pm che ha istruito il processo sulla Trattativa Stato-mafia e che vive sotto scorta da anni perché minacciato dalla mafia, l’allontanamento dal nuovo pool sulle stragi ch...

percentuale in provincia di Latina alle elezioni europee 2019 alle ore 12 in aumento 16.07 contro 14,71. Percentuale più alta a Monte San Biagio, poi Sermoneta, Maenza. La più bassa a Ponza, poi Campodimele, Lenola, Gaeta, Sezze


fonte https://elezioni.interno.gov.it/europee/votanti/20190526/votantiEI12040
LATINA 33 su 33 16,07 14,71 - - - -
APRILIA 15,39 12,99 - - - -
BASSIANO 15,97 11,80 - - - -
CAMPODIMELE 10,55 9,15 - - - -
CASTELFORTE 14,65 16,55 - - - -
CISTERNA DI LATINA 16,50 24,62 - - - -
CORI 15,37 12,92 - - - -
FONDI 16,17 12,55 - - - -
FORMIA 14,26 12,64 - - - -
GAETA 11,42 13,40 - - - -
ITRI 15,61 13,30 - - - -
LATINA 17,49 16,17 - - - -
LENOLA 11,34 8,63 - - - -
MAENZA 26,32 24,72 - - - -
MINTURNO 13,11 12,53 - - - -
MONTE SAN BIAGIO 32,45 25,97 - - - -
NORMA 19,24 13,00 - - - -
PONTINIA 17,87 12,40 - - - -
PONZA 7,40 6,23 - - - -
PRIVERNO 13,24 9,04 - - - -
PROSSEDI 18,80 24,04 - - - -
ROCCA MASSIMA 24,51 22,72 - - - -
ROCCAGORGA 24,00 26,55 - - - -
ROCCASECCA DEI VOLSCI 14,32 17,23 - - - -
SABAUDIA 15,85 13,35 - - - -
SAN FELICE CIRCEO 15,30 13,80 - - - -
SANTI COSMA E DAMIANO 13,35 14,03 - - - -
SERMONETA 27,24 24,12 - - - -
SEZZE 11,75 9,11 - - - -
SONNINO 14,45 8,99 - - - -
SPERLONGA 20,56 22,50 - - - -
SPIGNO SATURNIA 22,93 23,97 - - - -
TERRACINA 15,77 13,15 - - - -
VENTOTENE 14,48 13,87 - - - -
LATINA33 su 3316,0714,71----APRILIA15,3912,99----BASSIANO15,9711,80----CAMPODIMELE10,559,15----CASTELFORTE14,6516,55----CISTERNA DI LATINA16,5024,62----CORI15,3712,92----FONDI16,1712,55----FORMIA14,2612,64----GAETA11,4213,40----ITRI15,6113,30----LATINA17,4916,17----LENOLA11,348,63----MAENZA26,3224,72----MINTURNO13,1112,53----MONTE SAN BIAGIO32,4525,97----NORMA19,2413,00----PONTINIA17,8712,40----PONZA7,406,23----PRIVERNO13,249,04----PROSSEDI18,8024,04----ROCCA MASSIMA24,5122,72----ROCCAGORGA24,0026,55----ROCCASECCA DEI VOLSCI14,3217,23----SABAUDIA15,8513,35----SAN FELICE CIRCEO15,3013,80----SANTI COSMA E DAMIANO13,3514,03----SERMONETA27,2424,12----SEZZE11,759,11----SONNINO14,458,99----SPERLONGA20,5622,50----SPIGNO SATURNIA22,9323,97----TERRACINA15,7713,15----VENTOTENE14,4813,87----

chissà se Asl e comune di Latina ci spiegheranno perché non vengono aggiornati i dati pubblici sulla qualità dell'acqua da rubinetti, sugli esami nell'area della centrale di Borgo Sabotino, della discarica di Borgo Montello, perché, a proposito di prevenzione, non si chiudono impianti e centrali a biogas, biomasse, biometano con emissioni fuori norma oppure perché non si attua la gestione post mortem della discarica di Borgo Montello o perché non si spostano dalla emissioni nocive gli abitanti in via Monfalcone davanti la discarica oppure perché non si bonificano i siti inquinati e dismessi


 il 9 giugno p.v avrà luogo in piazza del popolo a Latina una manifestazione promossa dalla Asl e dal Comune di Lt sui temi della prevenzione primaria e stili di vita che inevitabilmente coinvolgono la difesa dell'ambiente .  
Le due Istituzioni puntano a realizzare una rete di associazioni e portatori d'interesse che faccia da base ad altre iniziative del genere in tutto il territorio provinciale.  

Greenpeace Perché abbiamo avuto un maggio così freddo?

https://www.greenpeace.org/italy/storia/5436/perche-abbiamo-avuto-un-maggio-cosi-freddo/?utm_source=twitter&utm_medium=organic&utm_campaign=climate&utm_content=blog_freddo_2605
di Luca Iacoboni Greenpeace Secondo un noto proverbio, una rondine non fa primavera. Ecco, traslando questo concetto al clima poco primaverile vissuto in questi giorni, potremmo dire che nemmeno un maggio così freddo fa inverno: un singolo episodio, in questo caso un periodo insolitamente freddo, non può certo smentire una situazione generale che invece va in una direzione ben diversa.
Al contrario, il freddo di questi giorni, così come la siccità, le tempeste di vento, le al...
Continua a leggere
Informazioni su questo sito web
GREENPEACE.ORG
Il recente freddo non è maltempo, ma un segnale del fatto che il clima sta cambiando. Vi spieghiamo perché in 4 semplici passaggi.

non sarebbe vero che il ministro all'ambiente Sergio Costa abbia bloccato il progetto della pedemontana veneta essendo un’opera regionale, il ministro non può bloccarla in alcun modo. Ieri, annunciando il via libera alle bonifiche della discarica di Pescantina, in Veneto

il fatto quotidiano 25 maggio 2019

“80 milioni alla società di Amara” L’uomo dei depistaggi inguaia Eni Milano indaga sui soldi alla Napag: “Contratti finti per 25 milioni in cambio del suo silenzio”. Le repliche Il legale di Amara: “Estraneo alla vicenda” Eni: mai dati soldi per influenzare il processo. LA RIVELAZIONE DEL FATTO L’inchiesta su Napag uscita sul Fatto economico mercoledì

il fatto quotidiano 25 maggio 2019 di Saul Caia

FRANCESCO
MAZZAGATTI
Nel 2012 ha
fondato la
Napag, di cui
è ad, attiva
nel settore
oil& gas
FAI SAL ALI
AL MATROOK
Fondatore
Famcorp, con
sede a Dubai
e Bahrain
e suocero di
Mazzagatti.
L’ostacolo ai pm milanesi
L’AVVOCATO di origini siciliane, Piero Amara,
non è un semplice legale. È il “Mr Wolf” dei
dirigenti Eni: si è autodefinito il “canale non
istituzionale” dell’azienda. Ha fatto parte del
pool difensivo dei processi per inquinamento
ambientale a carico del gruppo petrolifero
in Sicilia. Secondo i magistrati milanesi
avrebbe contributo a mettere in piedi un
complesso dossieraggio, inviando esposti
anonimi alle Procure di Trani e Siracusa,
per indebolire l’inchiesta della Procura di
Milano per corruzione internazionale
nell’ambito dell’acquisto del giacimento
nigeriano Opl245, in cui sono imputati
l’ad Claudio Descalzi e l’ex Paolo
Scaroni, e per screditare Luca Zingales e
Karina Litvack, che all’interno del cda
chiedevano ai vertici spiegazioni sulla
vicenda. Secondo i pm di Milano, la Napag
di Francesco Mazzagatti, a cui sono arrivati
milioni di euro pagati da Eni, farebbe capo
proprio ad Amara. E i soldi sarebbero arrivati per
pagare il suo silenzio quando era in cella

Fontana e l’amico da piazzare “Parlai con Toti di Marsico”. Il verbale Il presidente lombardo ai pm: “Ho discusso con il collega del lavoro del mio socio. Poi aggiunge: “Lara Comi mi diceva di parlare con Caianiello”. La replica Il governatore ligure: “Non ricordo bene ma non lo smentisco, non ci vedo nulla di male”

il fatto quotidiano 25 maggio 2019
di Davide Milosa


IL
PRESIDENTE
della Regione
Lombardia,
Attilio
Fontana, è
indagato
nell’ambito
della maxi
inchiesta della
Dda di Milano
sulle tangenti
in Lombardia
L’episodio
contestato
è relativo
alla nomina
del collega
di studio,
l’avvocato
Luca Marsico,
come
membro
esterno
del Nucleo
di valutazione
degli
investimenti
pubblici
lombardo

succede nella regione LAZIO • Il grande business della farmaceutica. guidata dal pd e dal suo segretario nazionale Zingaretti: 60 MILIONI SENZA BANDO IN “RICERCA” La spartizione Niente gare nella Regione di Zingaretti quando si tratta di finanziare lo studio di nuovi farmaci: incassa sempre l’ex produttore tv Di lorenzo. L’affare perfetto L’ex produttore tv ed ex lobbista Piero Di Lorenzo rileva dalla multinazionale Merck uno stabilimento che vale 100 milioni (dice lui) a 1 euro. Poi inizia a ricevere, senza dover competere con altri, milioni di fondi pubblici dalla Regione Lazio grazie a un accordo con il Cnr. I SOLITI NOTI La cabina di regia per valutare progetti ha dentro le persone dell’unico consorzio che presenta le proposte


il fatto quotidiano 25 maggio 2019 di Laura Margottini



CNR
IL CONSIGLIO NAZIONALE
È il più grande ente pubblico di ricerca
italiano, sottoposto alla vigilanza del
ministero dell’Istruzione, e ha il compito
di svolgere, promuovere, diffondere,
trasferire e valorizzare attività di ricerca
scientifica e tecnologica. È guidato
da Massimo Inguscio.
CNCCS
IL CONSORZIO
È un consorzio pubblico-privato che ha
dentro il Cnr (20%), l’Istituto superiore
di Sanità del ministero (10%) e
l’azienda Irbm di Piero Di Lorenzo. Si
aggiudica una serie di finanziamenti
della Regione Lazio senza bandi a cui
possano partecipare altri
IRBM
L’AZIENDA
È la società con cui Piero Di Lorenzo ha
rilevato i laboratori di Pomezia che erano
della multinazionale Merck. Nel
2017 (ultimo bilancio disponibile) ha
fatturato 20 milioni di euro e ha registrato
un utile di 2,4 milioni, superiore
a quello dell’anno precedente (2,2 milioni)

17 indagati STRAGE DI CORINALDO La discoteca ancora accatastata come “magazzino agricolo”

il fatto quotidiano 25 maggio 2019

Trivelle, la Lega ci riprova con il segnale ai petrolieri Favori Bloccato il tentativo di far saltare la moratoria siglata col M5S, ma la guerra è solo rimandata. Le rassicurazioni di Giorgetti ai colossi

il fatto quotidiano 26 maggio 2019 di Luisiana Gaita

nella regione guidata dal pd e dal suo segretario nazionale Zingaretti. IL CASO IRBM Nel Lazio “Il Cnr è usato come notaio per far avere fondi di Stato a privati”

il fatto quotidiano 26 maggio 2019

tangenti milanesi che coinvolgono esponenti della lega e di forza Italia: INCHIESTA LOMBARDIA Il ruolo della Bergamaschi e i fondi illeciti per l’e u ro d e p u t a t a L’avvocatessa e le consulenze: quel filo che lega la Comi a Toti. Lo studio della tributarista è allo stesso indirizzo della Premium Consulting d e l l’esponente azzurra indagata. E sempre la professionista è n. 1 della Camera penale di Savona e vicina ai giri del governatore ligure

il fatto quotidiano 26 maggio 2019

ULTIMO SCANDALO ENI: IL GOVERNO (giallo nero) COME FA A TENERSI L’AD DESCALZI?

il fatto quotidiano 26 maggio 2019

AL VOTO La Lega punta a staccare il M5S per assecondare i poteri forti su petrolio e Tav Salvini vuole trivellarci Giorgetti rassicura i petrolieri. In caso di vittoria, pozzi à gogo e pedaggi irrisori. p I leghisti sperano di arrivare al 30% così da ridiscutere i punti del contratto di governo con l’alleato a Cinque Stelle. Ma se Di Maio arriva al 25% resta l’equilibr io

il fatto quotidiano 26 maggio 2019

Latina e i rifiuti, oltre il fallimento della differenziata, la mancata bonifica della discarica della discarica e i mancati atti per impedire nuovi impianti o per risarcire i cittadini danneggiati. Azienda speciali Abc l'ipotesi negli atti che fa tremare il comune, potrebbe essere nullo anche l'atto di costituzione dell'azienda

Latina oggi 26 maggio 2019